Commozione

Intanto un mistico
Forse un’aviatore
Inventò la commozione
E rimise d’accordo tutti
I belli con i brutti
Con qualche danno per i brutti
Che si videro consegnare
Un pezzo di specchio
Così da potersi guardare.

Stupenda questa canzone vero?

Ci sono canzoni che toccano certe corde del nostro essere in maniera particolare, almeno personalmente per me è così.

Di questa canzone quei versi sono quelli che da sempre mi hanno colpito maggiormente. Infatti questo sentimento chiamato per l’appunto commozione da sempre mi ha affascinato, onestamente prima non lo provavo spesso anzi quasi mai, invece coll’andare avanti degli anni forse la maggiore maturità mi ha portato a provarlo .

Sono affascinato da questo sentimento che reputo importante perché secondo me non è un sentimento da deboli anzi riflettendoci anche in più duro degli atleti si commuove addirittura vediamo i suoi occhi diventare splendidamente lucidi. Ci si può commuovere perché finalmente si è arrivati a conquistare quella medaglia dopo tanta fatica ed impegno, ovviamente ci  si commuove davanti ad una vita appena nata non per lo stupore  ma per il miracolo appena avvenuto e le stupende prospettive che si possono avere davanti.

La commozione è un sentimento che tende ad essere condiviso perché è piacevole farlo nel senso che quando si racconta l’occasione per cui si è provato il sentimento spesso lo si rivive ci si ri emoziona , probabilmente per questo è molto affascinante per me, io amo emozionarmi tutto sommato per me la commozione è quello che intendo per emozionarmi, quella cosa che per l’appunto fa brillare gli occhi  quindi condividere questa bellezza è giusto.

Quindi il fascino della commozione per me è quella che riesce a fare mettere a nudo le emozioni che spesso tendo a tenere nascoste.

Annunci

L’asilo della paura

url Sembrerebbe il titolo di un film horror  da due soldi.

Invece nell’Italia della privatizzazione e della associazione culturale si sta arrivando sempre di più a giocare con la salute delle persone. Ultimamente si sente sempre di più di malfunzionamento di certe attività, di soldi ottenuti da finanziamenti europei , nazionali, regionali  o donazioni private dati a queste pseudo organizzazioni  finti come si suol dire male.

Sì perché con questa frase  “soldi finiti male” si fa di tutta l’erba un fascio, certo non sono contento quando i soldi vengono spesi in maniera sbagliata, ma perdonatemi il francesismo mi incazzo quando questi soldi vengono dati per aprire case di cura oppure per l’appunto asili. Certo perché in questi casi diventa un tempo più delicata la situazione vengono affidati delle persone che nella maggior parte dei casi non è capace di difendersi. Sono veramente  indifesi  ma non indifendibili perché  basterebbe controllare di più a chi vengono concesse certe autorità, molto spesso vengono date la possibilità di aprire questo tipo di attività senza  uno staf medico o pedagogico.

Ovviamente anche in questo caso ci sono strutture private che funzionano in maniera eccellente e ineccepibile con tutte le caratteristiche che queste strutture devono avere.

Le possibili soluzioni come sempre sono:

Una pena davvero severa  per chi non ha comportamenti adatti al ruolo che deve compiere.

Una attenzione vera verso i nostri figli o parenti affidati ad altre persone.

Come potete notare non hanno voluto specificare quello che viene fatto da queste persone violente, all’orrore dei loro gesti deve opporsi tutta la gentilezza di cui l’essere umano se vuole è capace.

P.s. un applauso e grazie alle tutte quelle  persone che lavorano in istituzioni statali che riescono ad andare avanti pur in strutture e situazioni non proprio edificanti.

Semplicemente lunga vita e prosperità

11026808_864758050233030_1727567514332709119_o.

Non ricordo esattamente l’inizio della mia passione per questa serie tv, sicuramente era ancora adolescente ricordo che vedevo le prime puntate su Italia uno dopo aver fatto i compiti a casa erano mi pare le quattro del pomeriggio quindi o ero molto veloce a fare i compiti o comunque non erano poi tanti. In quella età tutti ci paragoniamo a qualche personaggio della televisione c’è chi diventa Superman  oppure  l’uomo ragno volando e saltando di qua e di là chi invece diventa  come MacGyver sperimentando con aggeggi elettronici chi vuole fare il calciatore oppure il pilota di Formula 1. Io invece a quei tempi volevo essere un personaggio di Star Trek uno proprio come Spock oppure il signor Data tutte due questi personaggi li caratterizzava una intelligenza superiore agli altri ma anche una diversità  loro non si facevano confondere  dalle emozioni loro cercavano sempre di fare il massimo al meglio facendo della loro diversità non un peso per gli altri ma un qualcosa in più da mettere al servizio degli altri. Questa filosofia del farsi accettare anzi per meglio dire di integrarsi in un gruppo grazie alle proprie capacità mi ha fatto crescere forse differentemente mi ha fatto capire che per  farsi accettare dagli altri bisogna accettare se stessi. Possibilmente a chi non ha mai visto attentamente un film o di una puntata di questa serie tv può aver perso questo tipo di messaggio in fondo sono anche dei bei film di fantascienza. Ultimamente hanno ri fatto il film riprendendo la storia in un punto del futuro differente per i vecchi cultori  come me questo può un pò stridere  perché con certi personaggi siamo cresciuti fanno quasi parte della nostra famiglia perché in fondo le dinamiche sono simili. Però questo ha dato la possibilità alla gioventù che io chiamo pensante di avvicinarsi a questo stupendo mondo e possibilmente incuriositi possono tornare indietro a vedere qualche serie passata quindi c’è un po’ di speranza per il futuro.

Saluto con un arrivederci il grande attore che ha fatto grande questo personaggio

Leonard Nimoy

ci vediamo

vergogna vergogna vergogna 118 volte vergogna

310-Donati-Gianluca-Lo-Specchio1  Quella è l’unica parola che riesco a pronunciare per quello che è successo nella mia città, una vita spezzata una vita innocente non vissuta! E mi vergogno anche io che faccio parte di questa società che ha permesso uno scempio  così enorme. Mi auguro che qualcuno  pagherà  ma questo non dovrà bastare ,perché non è facendo pagare l’uno che si  possa cambiare la società la società la dobbiamo cambiare dal profondo. Dobbiamo cambiare l’abitudine di lasciare sempre le stesse persone che decidono. La mia è una teoria che purtroppo sempre più spesso trova conferme a chi veramente cerca di cambiare qualcosa non viene data la possibilità di farlo.

P.s. perché questa immagine? Perché vorrei che non riuscissero nemmeno a guardarsi allo specchio.