Abbracciami!

Abbracciami metti attorno a me le mani, stringimi fammi sentire il battito del tuo cuore, respiriamo all’unisono vicini come non mai!

Ma se non puoi farlo con le braccia abbracciami col cuore!

Annunci

Avremmo iniziato a piangere prima ancora che a parlare, unici nel creato.

pianto--180x140 Si dice che la vita sia una valle di lacrime: si piange per il dolore, per buttare fuori le emozioni troppo forti, per tensione, persino per gioia e commozione, si piange per un senso di ingiustizia, quando si nasce e quando ci si libera. Ma gli unici a piangere per ragioni emotive siamo noi umani.

C’è stato un tempo in cui nella specie umana la lacrima ha assunto un ulteriore significato e quel tempo è stato precedente all’uso del linguaggio il momento in cui la lacrima è divenuto un grido di aiuto,un segnale di sofferenza emotiva sia stato fortemente collegato con la nascita di un’auto consapevolezza.

La lacrima insomma scandisce uno spartiacque emotivo nell’evoluzione umana che ha iniziato anche ad affermarsi con il crescere dell’empatia verso gli altri esseri della nostra specie e la consapevolezza che questi possono andarsene, magari per sempre.

Piangevano gli eroi greci, piangono i campioni olimpici mai aver paura delle proprie emozioni: le lacrime sono una delle più alte testimonianze della raffinata evoluzione dell’uomo.

Io so piangere con pochissime persone oppure da solo!

non aprite quella porta

maxresdefault.jpg pensavo a questo titolo di un famoso film dell’orrore che detto tra di noi non ho mai visto… In realtà non ho mai visto nessun film di questo genere, la paura è una sensazione che rispetto troppo per farmela trasmettere da un film, per quanto bello possa essere.

Penso che tutti abbiamo una porta che non vogliamo aprire al nostro interno o perlomeno che apriamo solo quando siamo soli! All’interno ci sono le cose più private più intime è per questo fanno paura, quella paura che non vogliamo condividere con nessuno, quella paura che ci fa essere forti, quella paura che ci fa non avere paura! Certo quest’ultima frase stona un bel po’, può esistere una paura che ci rende coraggiosi? Rifacendoci un po’ all’articolo precedente! Non so rispondere, infatti in questi ultimi due articoli ci sono più domande che risposte. Sarà la mia fase delle incertezze ma in fondo grazie alle domande sono cresciuto sono diventato la persona di adesso.