Buono come il Papa!

buono 2 in realtà so benissimo che si dice così… Anche perché il mio Papa preferito cioè Francesco (non essendo vecchio non ho conosciuto tantissimi papi) ha detto una cosa che condivido al pieno anzi riferendomi all’articolo scritto precedentemente mi sentivo frenato nel voler spiegare quello che era il mio punto di vista ciò è quello che  il sentirsi offesi porta a reazioni non edificanti.  Questo non è un giustificare la violenza anzi  sono e sarò sempre contro ogni forma di violenza, ma sono anche contro ogni forma di offesa perché se il prossimo  si sente offeso da certi miei punti di vista non devo per forza sbatterglieli in faccia giustificando con ironia. L’offesa verbale purtroppo per alcuni è pesante come l’offensiva fisica non dovrebbe essere così  ma l’essere umano non è stato fatto perfetto. Quindi in questo mondo imperfetto cerchiamo di accettare il prossimo e non offendere nessuno magari qualcosa potrà migliorare.

Annunci

je suis libre

Immagine libercogito ergo sum, che significa letteralmente «penso dunque sono», è la formula con cui Cartesio esprime la certezza indubitabile che l’uomo ha di se stesso in quanto soggetto pensante.

il fondamento è proprio questo io sono libero , libero di pensare ,libero di essere , libero di vivere …libero semplicemente libero. Che poi questo caso io divento Charly non perché condivida appieno quel tipo di ironia alle volte un po’ ruvida e stridente ma perché quando a dei disegni vengono opposte le pallottole bisogna comunque schierarsi con chi al massimo ci vuol fare una caricatura. E quindi si diventa difensori non dello specifico soggetto ma dell’espressione che diventa quasi un  un essere vivente che  si eleva da quello che dice e come lo dice perché semplice pensiero ed il pensiero non si deve mai fermare perché forse è l’unica cosa che ci appartiene realmente e nessuno deve togliercelo. Poi possiamo analizzare il  peso di certi pensieri che alle volte secondo me è meglio tenere dentro noi stessi perché vanno ad toccare corde alquanto sensibili, anche se a mio modesto parere queste persone che si sentono toccate “scusate se le chiamo persone” prendono semplicemente spunto da queste ipotetiche  offese facendosene giustificazione scudo per perpetuare una violenza che di umano non ha veramente  niente… E non permettetevi di paragonarli ad animali perché gli animali sono molto meglio. Il mio pensiero è soltanto una goccia nel mare ma comunque  questa  goccia assieme a miliardi miliardi di gocce ha creato questo mare di pensieri questo mare di persone non può essere fermato da rifiuti della società che rifiutano la società.

DRIIIIIIN

dipendenti-che-lavorano-in-un-call-center Pronto sono qualcuno  e voglio venderti qualcosa di cui non hai assolutamente fatto richiesta. Ebbene sì siamo tutti tormentati da questi tele venditori sempre più insistenti e costanti. Facciamoci due risate analizzandone qualche tipo, tengo a precisare che non sto parlando di quelli addetti a risolvere i problemi  di carattere più o meno amministrativo ma comunque richiesto.

  1.  Il professionista: chiama ad orari preferibilmente di ufficio con aria seria chiede se può presentarci la sua offerta.
  2.  Il mercenario: quello che non solo vuole venderti l’abbonamento più costoso possibile  ma in più  prova anche a farti fare abbonamenti ad altri servizi.
  3.  Il profeta: questo è più particolare perché solitamente tu disponi già del servizio che lui vorrebbe renderti ma cerca nella tua famiglia e nei tuoi amici nuovi seguaci.
  4.  L’inappetente: questo è uno di quelli più fastidiosi riesce a chiamarli sempre alla prima forchettata data alla pasta facendola appiccicare nel piatto nel tempo che riesci a liberartene.
  5.  L’inappetente bis:  questo riesce anche a prenderti mentre  cerchi di fare colazione o merenda.
  6.  L’accusatore: questo spesso di sesso maschile  parte dicendo che spendi inutilmente di più facendotene una colpa come se la causa della rovina dell’Italia sei proprio tu.
  7.  Il dottor tal dei tali:  lui si presenta come il  super direttore galattico e tu povero suddito  che ti ostini a  non cambiare.
  8.  Lo straniero: chiama da un paese in via di sviluppo possibilmente con un testo scritto con il traduttore del computer e alla prima domanda quasi quasi si offende lui.
  9.  Il sarcastico:  prendendoti in giro  fa capire che non sei un vero uomo perché non accetti la sua offerta.
  10.  Il mio preferito: quello che mi chiamerà il giorno del mio compleanno dicendomi che posso andare a ritirare un milione di euro direttamente in banca.

Io ovviamente non voglio offendere nessuno è un lavoro come un altro anzi dignitoso ed sicuramente onesto però non condivido certi metodi, riflettendoci se arrivasse un messaggio con scritto l’offerta  sono sicuro che la valuterei con più interesse.

AAAAAAAAAUGURI

tumblr_mynecbq0Hx1ril202o1_1280 Sopraffatto  inondato da migliaia di immagini con auguri di buon anno con fuochi artificiali bicchieri di  champagne coriandoli , campanelli, pupazzi, trombette varie e simili, Non sapevo e non volevo scegliere niente di tutto ciò principalmente perché mi piace fare il tipo anticonformista e sinceramente non sono proprio il mio genere. Invece dopo un po’ navigando su twitter  social molto amato da un nostro famoso Matteo, mi trovo di fronte a questa immagine con semplicemente questa scritta pagina 1 di 365  allora mi sono detto  ecco l’immagine che cercavo quello che rappresenta uno stile di vita che cerco di mantenere, quello che mi spinge ogni giorno a fare qualcosa di importante o comunque a fare qualcosa. Tutto sommato in tutti i libri ci sono parti un po’ meno importanti pagine che preparano ad un avvenimento , incontro, azione stupefacente però tutto sommato senza quelle pagine quella situazione stupefacente non sarebbe altrettanto stupefacente (scusate la ripetizione) e allora anche se non tutte le pagine di questa nostra vita saranno indimenticabili cerchiamo comunque di farne tesoro per costruire qualcosa – chi sa forse indimenticabile.